triglie

Triglie alla livornese

INGREDIENTI X 6 PERSONE:

 

·      700 g. di filetti di triglie,

·      1 cucchiaio di prezzemolo tritato,

·      250 g. di pomodori pelati schiacciati,

·      1 scalogno, 1 gamba di sedano,

·      1/2 dl. scarso di vino bianco,

·      sale, pepe, olio extra vergine di oliva.

 

PREPARAZIONE:

Pulite, lavate e scolate per bene le triglie; asciugate con la carta da cucina, salate e pepate da tutte le parti i filetti. Nel frattempo tagliate lo scalogno ed il sedano finemente, versate in un tegame con l’olio, brasate a lungo, spruzzate con il vino bianco e fate evaporare. Aggiungete quindi il pomodoro, aggiustate di sale e pepe, se necessario, coprite e cuocete per 10 minuti a fiamma bassa. Aggiungete i filetti di triglia, riportate a bollore, spegnete, coprite con un coperchio e lasciate riposare per 10 minuti circa.

Infine servite calde cosparsi di prezzemolo tritato accompagnate a tortini di riso.

 

CURIOSITA’: le triglie che possiamo trovare in pescheria sono di due tipi: triglie di scoglio (mullus surmuletus) e triglie di fango (mullus barbatus, dette anche triglie bianche). Sono diffuse nel Mediterraneo, vivono nelle acque costiere su fondali sabbiosi; sono pescate con reti da traino e reti da posta, hanno corpo dalla forma caratteristica con presenza di barbigli sul mento, le squame sono grosse, già comunque pulite quando vengono commercializzate. Le carni sono apprezzate, essendo pescate con reti da traino non è infrequente anche in pesci appena pescati trovare dei segni di traumatismo. Sono disponibili anche i filetti già pronti, in questo caso trattasi di triglie atlantiche.