italia-a-tavola-logo

Italia a Tavola 04-2015

Giovanni Cacciolo è siciliano, inizia la sua carriera a Bergamo in un’officina meccanica, ma poi abbandona questa attività per dedicarsi con la moglie all’impresa familiare; Gabriella Grismondi è bergamasca, da ragazza si dedica all’attività della piccola pescheria di famiglia, fin da subito la sua grinta commerciale danno nuovo e forte impulso al lavoro.

Stiamo parlando della storia di una coppia che cinquant’anni fa ha scommesso su una attività che oggi rappresenta un’eccellenza bergamasca nel settore ittico e non solo; i protagonisti ovviamente sono Gabriella e Giovanni e la loro opera: “Orobica Pesca”.

Proprio il 1965, quando i magazzini di via Bianzana, tuttora sede importante dell’azienda, vengono trasformati in spazi dedicati alla commercializzazione, è la data di nascita dell’azienda: il nome “Orobica Pesca”, connubio delle terra bergamasca con il mare della Sicilia, viene registrato grazie all’intuizione di Gabriella.

Così prende il via una storia che ha segnato profondamente non solo il commercio del pesce ma anche la ristorazione e perfino le abitudini alimentari dei bergamaschi. Perché è fuor di dubbio: non fosse stato per loro, Bergamo non sarebbe diventata quel punto di riferimento per la cucina del pesce di mare che invece gli viene unanimemente riconosciuta. Non è stato facile, i primi anni sono stati duri, Giovanni fin dall’inizio ha dovuto guadagnarsi a fatica la fiducia dei clienti, ma la sua straordinaria capacità comunicativa, lo spirito di sacrificio e la sua conoscenza enciclopedica gli hanno permesso di essere “il re del pesce” che tutti oggi conoscono.

Bisogna ricordare che anni fa le nostre tavole non avevano la varietà del pescato di oggi, Giovanni già negli anni settanta con il suo primo automezzo refrigerato si recava quotidianamente ai mercati ittici di Milano e Chioggia per acquistare i prodotti appena pescati, 150mila chilometri percorsi annualmente per garantire qualità, freschezza e soprattutto varietà. In pescheria la moglie Gabriella dispensava suggerimenti per convertire i bergamaschi, anche i più diffidenti, al consumo del pesce di mare di tutte le tipologie.

Per molto tempo i consigli di Orobica Pesca sono stati appannaggio di quei pochi ristoranti che hanno avuto la lungimiranza di seguirla, un connubio che si è rivelato vincente perché passo a passo gli apprezzamenti sono diventati successi, gli esperimenti delle realtà consolidate.

Certo non sono mancati momenti bui, i problemi sanitari del comparto ittico, la burocrazia del settore non hanno fermato la tenacia dei coniugi Cacciolo che ancora oggi sono parte attiva in azienda: Giovanni, dopo gli acquisti al mercato ittico, lavora all’ingrosso, al suo tavolo, con cui ha condiviso le 50 primavere trascorse, supportato dal genero, Ottavio Duzioni, e Gabriella sovrintende la commercializzazione al dettaglio con l’aiuto del figlio Matteo.

Orobica Pesca oggi è una piccola comunità, oltre ai titolari lavorano al loro fianco i tre figli, Cristina, Franca, e Matteo, il direttore generale, rag. Fabrizio Bonifaccio, e un centinaio di persone, per lo più collaboratori storici. I clienti sono ormai amici per i quali si cerca di fare il tutto possibile; la qualità, il servizio e la formazione continua sono da sempre alla base della politica aziendale. Per rafforzare l’attività di servizio negli anni sono state selezionate nuove referenze a completamento della gamma, per cui non solo pesce, ma tutto ciò che si può immaginare per un menù completo. In un’azienda di commercializzazione la selezione dei prodotti, il loro controllo, la conservazione e la distribuzione sono punti fondamentali imprescindibili per la buona riuscita, per questo l’azienda ha investito in figure interne professioniste nel settore qualità, il dr. Fabio Rauzzino, biologo, e la dr.ssa Tiziana Casali, veterinaria.

La distribuzione dei prodotti all’ingrosso è ormai capillare in Lombardia e non solo, all’estero può capitare di gustare del buon pesce Mediterraneo selezionato da Orobica Pesca, infatti importanti clienti si trovano a Las Vegas, a Hong Kong, in Svizzera e altri mercati sono attualmente in fase di sviluppo.

Al dettaglio l’azienda è presente in cinque punti vendita: due a Bergamo, uno storico in via Bianzana e l’altro in via IV Novembre, uno a Clusone, uno a Treviglio e uno a Capriate San Gervasio.

www.orobicapesca.it

 

Leggi l'articolo originale

Ti potrebbe interessare anche...