Come cucinare il pesce in modo sano

Il pesce è un alimento che occupa un ruolo molto rilevante all’interno di una sana e corretta alimentazione. Innanzitutto, è una fonte di proteine animali che può essere proposta anche a chi, per scelta, non mangia carne. Inoltre, fornisce acidi grassi omega-3, che hanno note funzioni benefiche.

Affinché i valori nutrizionali del pesce vengano conservati al meglio, bisogna però cucinarlo in maniera corretta. Ultimamente si sta sviluppando molto l’usanza di consumare il pesce crudo, in modo che conservi tutte le proprietà nutrizionali senza perderle con la cottura. All’interno di una corretta alimentazione si può prevedere occasionalmente anche il pesce crudo, ma solo dopo averlo sottoposto ad un trattamento di congelamento. Tra le diverse modalità a disposizione per cucinare il pesce, molte persone tendono a prediligere la frittura. In realtà, per quanto appetitosa, la frittura non è consigliabile, perché con le alte temperature il pesce perde parte dei valori nutrizionali. Inoltre, i cibi fritti hanno un valore calorico molto alto e sono pertanto sconsigliati a chi deve tenere sotto controllo il proprio peso.
Come cucinare il pesce, quindi, in modo sano? Tra le cotture migliori, ricordiamo le preparazioni del pesce al forno, alla griglia e soprattutto al vapore.

I pesci non sono tutti uguali. Alcuni (come ad esempio la sogliola, la trota e l’orata) sono piuttosto magri, mentre altri (come il tonno e il salmone) sono più grassi. A differenza di quanto avviene per le carni, per le quali si consiglia di consumare sempre i tagli più magri, per quanto riguarda il pesce è consigliabile consumare anche i pesci più grassi, perché, come accennato prima, sono ricchi di omega-3. Quindi, il consiglio migliore è quello di consumare tutti i tipi di pesce, alternandoli di volta in volta.

Il pesce andrebbe condito con un goccio di olio extra vergine d’oliva crudo (aggiunto con moderazione) e accompagnato con verdure (fresche o al vapore) e una quota di carboidrati complessi, come il pane (anche integrale) oppure una porzione di pasta, riso o patate. Il pesce può essere utilizzato anche per preparare piatti unici e completi di ottimo valore nutrizionale, come ad esempio la pasta al tonno o il risotto col pesce persico.

Per cucinare il pesce in modo sano ed insaporirlo senza eccedere con i condimenti e senza abusare di grassi, gli aromi sono la soluzione ideale. Prezzemolo, origano, salvia, menta, pepe, peperoncino e molte altre spezie sono utili per dare al pesce un sapore delizioso, oltre ad avere note proprietà antiossidanti.

Le linee guida per una sana e corretta alimentazione suggeriscono di consumare il pesce almeno due volte alla settimana, ma è un alimento che può essere utilizzato anche tutti i giorni.